JOB&Orienta Digital Edition dedica un’esclusiva sala virtuale alla formazione accreditata per docenti e Dirigenti Scolastici. Il programma riservato alla formazione, oltre a convegni, seminari e workshop rivolti a insegnanti e operatori, rappresenta una riconosciuta opportunità di aggiornamento e integrazione delle competenze per chi della formazione ha fatto il proprio mestiere.

Al centro della programmazione 2020 ci sono tre linee tematiche corrispondenti ad altrettante sfide educative da portare avanti in questo complesso periodo storico.

La linea tematica identificata dal colore blu presenta “DiP, DaD e DDI: problemi e suggerimenti per i ragazzi d’oggi uomini di domani.  Discipline, metodi buone pratiche”, con una serie di incontri per comunicare esperienze, idee, proposte metodologiche in un nuovo e articolato contesto relazionale e didattico che non può essere archiviato come situazione episodica e transitoria. Gli appuntamenti mettono in evidenza come l’inedita condizione generale prodotta dalla pandemia abbia avuto come conseguenza un incredibile avanzamento delle pratiche ordinarie nell’utilizzo educativo dei sistemi digitali. In questo quadro si rende necessario il passaggio a organizzazioni mature ed esperte, sulla base di progettazioni consapevoli e articolate che portino alla massima efficienza le potenzialità culturali e professionali degli istituti in funzione di una efficacia a largo spettro su tutti i profili soggettivi degli allievi.

Il colore giallo introduce una delle linee tematiche fondanti di JOB&Orienta, quella dell’orientamento. Nel segno di “Orientare: quali le linee d’azione nella società complessa? La scelta fra desiderio e bisogno”, si parla del valore di un potenziamento informativo finalizzato alla valorizzazione delle competenze individuali. Troppo spesso la scelta della scuola superiore e del percorso post secondario è legata a fattori emotivi, “di moda” o a errate convinzioni e valutazioni non solo delle prospettive di lavoro, ma anche delle caratteristiche individuali e delle possibilità di sviluppo familiare e sociale. Informare, formare, sperimentare sono i tre momenti fondamentali per una scelta consapevole e la didattica orientativa è l’asse intorno al quale si sviluppa un sistema sociale in grado di valorizzare fino all’ultimo i suoi adolescenti e i suoi giovani.

Sotto il segno del colore verde si incontra la terza linea tematica, rivolta a “Educazione civica e Goals 2030: la sfida della polis al sistema di istruzione e formazione”.  La disciplina introdotta dalla legge 92/2019 richiede non solo nuove prospettive organizzative e piena valorizzazione dell’autonomia delle scuole, ma anche una profonda consapevolezza del fatto che il cittadino del XXI secolo, pur legato alla propria dimensione nazionale è comunque attraversato da flussi comunicativi che da un lato lo ancorano a un territorio e dall’altro lo proiettano nella dimensione internazionale. Educazione Civica oggi significa quindi sempre più coniugare concretezza e idealità, una sfida che richiede per i docenti un esercizio continuo di riflessione, aggiornamento metodologico e didattico basati su affinamento scientifico e professionale.

La partecipazione agli appuntamenti prevede, per docenti e Dirigenti Scolastici, il riconoscimento di Crediti Formativi Professionali, a seguito della conferma di partecipazione sul portale Sofia, solo a fronte di una registrazione preliminare agli appuntamenti di interesse, tramite i link messi a disposizione all’interno del sito della manifestazione nella pagina dedicata. Si precisa inoltre che la certificazione di frequenza è relativa a ogni singola azione formativa. In tal senso va interpretata l’indicazione che per la certificazione è sufficiente un’ora di frequenza e non nel senso che basti la frequenza a un intervento formativo per vedersi certificato tutto il corso.

Si ricorda che è previsto l’esonero al servizio per docenti di ogni ordine e grado nella giornata di visita (Autorizzazione MIUR Prot. n. AOODGPER/0029040).