In occasione di JOB&Orienta, presso il proprio stand, Inail organizza workshop interattivi destinati a studenti, docenti e dirigenti scolastici di istituti di ogni ordine e grado, oltre che alle famiglie.

Per partecipare agli appuntamenti è obbligatoria la prenotazione entro il 14 novembre
(max 35 partecipanti per appuntamento)

GIOVEDÌ 30 NOVEMBRE

ore 9.30-10.45
STUDIARE IL LAVORO” CORSO ELEARNING PER LAVORATORI – PARTE GENERALE – DESTINATO AGLI STUDENTI INSERITI IN PERCORSI DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO
intervengono ALESSIA WILLIAMS, Inail – Direzione centrale prevenzione – “Studiare il lavoro”; introduzione alla normativa di riferimento e descrizione del percorso formativo  ● VANESSA MANNI, Inail – Dipartimento medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale (Dimeila) – Le metodologie innovative utilizzate con particolare riferimento all’impiego di videofilmati, esercitazioni interattive e casi studio live  ● ANNALISA PIRONE, Inail – Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici (Dit) – Laboratorio interattivo: approfondimento delle tematiche trattate ed esempi di utilizzo del percorso formativo
presentazione
“Studiare il lavoro” è un intervento di formazione generale per Lavoratori – secondo quanto disposto dalla normativa vigente e dagli Accordi Stato regioni del 21 dicembre 2011 e del 7 luglio 2016 – da erogarsi in modalità Elearning, della durata di 4 ore, che l’Inail, in collaborazione con il MIUR, ha realizzato specificatamente per gli studenti inseriti nei percorsi di alternanza scuola lavoro, in quanto equiparati ai lavoratori ai sensi delle disposizioni di cui agli artt. 2 comma 1 lettera a) e 37 del d.lgs. 81/2008 e s.m.i. in materia di salute e sicurezza. L’erogazione vedrà interessati gli studenti dell’ultimo triennio della scuola secondaria di secondo grado, dai licei agli istituti tecnici e professionali, dell’intero territorio nazionale.
Saranno fornite nozioni e principi riguardanti:
– la normativa generale e specifica in tema di salute e sicurezza sul lavoro;
– i soggetti del sistema di prevenzione aziendale, i loro compiti e le loro responsabilità
– l’individuazione delle fonti di pericolo;
– i criteri metodologici per la valutazione dei rischi, le misure di prevenzione e protezione per la loro eliminazione o riduzione;
– il sistema sanzionatorio.
a cura di Inail, Direzione centrale prevenzione
referente scientifico Alessia Williams, Inail, Direzione centrale prevenzione
organizzazione Elena Mattace Raso, Maria Rigano, Giorgia Di Carmine, Inail, Direzione centrale prevenzione
target: Dirigenti scolastici, docenti, studenti ultimo triennio della scuola secondaria di secondo grado

ore 11.00-12.10
ICT, FORMAZIONE E LAVORO: DA NATIVI A CONSAPEVOLI DIGITALI
intervengono EMMA PIETRAFESA, Inail – Dipartimento medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale (Dimeila) – ICT e lavoro: la digital trasformation ● SARA STABILE, Inail – Dipartimento medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale (Dimeila) – ICT e formazione: nuove skill per il lavoro ● ROSINA BENTIVENGA, Inail – Dipartimento medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale (Dimeila) – ICT e benessere: familiarità e consapevolezza
presentazione La trasformazione digitale sta modificando il mondo del lavoro con una richiesta sempre più crescente di nuove professionalità soprattutto legate alla familiarità e all’uso delle ICT. Quale nuovo ruolo assume la formazione per i nativi digitali? Il workshop, strutturato in modalità partecipata, coinvolgerà gli studenti in un percorso di consapevolezza d’uso del digitale, partendo da tre parole chiavi: ICT, Formazione e Benessere.
a cura di Inail, Dipartimento medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale (Dimelia)
referente scientifico Sara Stabile, Inail, Dipartimento medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale (Dimeila)
organizzazione Elena Mattace Raso, Maria Rigano, Giorgia Di Carmine, Inail, Direzione centrale prevenzione
target: Studenti del IV e V anno delle scuole secondarie di secondo grado

ore 12.20-13.30
SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO: UNA OPPORTUNITÀ DI CRESCITA E DI FORMAZIONE PROFESSIONALE
intervengono DIEGO RUGHI, Inail – Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione (Contarp) – La valutazione dei rischi professionali come opportunità di lavoro. La figura dell’igienista industriale e dell’ergonomo ● ROBERTO PICCIONI, Inail – Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione (Contarp) – La valutazione dell’inquinamento da rumore e del discomfort acustico ● RAFFAELLA GIOVINAZZO, Inail – Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione (Contarp) – La valutazione del rischio biologico ● FRANCESCO NAPPI, Inail – Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione (Contarp) – La valutazione della postazione di lavoro e dei rischi ergonomici ● DIEGO RUGHI, Inail – Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione (Contarp) – La valutazione del discomfort microclimatico e dell’inquinamento da agenti chimici
presentazione L’attività di analisi, quantificazione e valutazione dei fattori di rischio presenti negli ambienti di lavoro, prevista dal d. lgs. 81/08 per esaminarne l’adeguatezza ai requisiti di salute e sicurezza, richiede un bagaglio di conoscenze e di competenze adeguate per sostenerne la complessità. Prendendo spunto dalle esperienze condotte sul campo dall’INAIL in ambito scolastico, verranno proposti interventi dedicati ad illustrare le metodologie e le strategie adeguate a quantificare i rischi da agenti chimici, biologici e fisici negli ambienti lavorativi. Verranno inoltre trattati i rischi da sovraccarico biomeccanico e il discomfort, sempre più importanti in un mondo del lavoro in costante evoluzione.
Il seminario è rivolto a tutti coloro che, a vario titolo, frequentano il mondo dell’istruzione, con un occhio particolare agli studenti. L’intento è quello di fornire un contributo di conoscenza e far comprendere come l’accertamento del rischio possa divenire una vera e propria “professione”.
a cura di Inail, Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione (Contarp)
referente scientifico Diego Rughi, Inail, Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione (Contarp)
organizzazione Elena Mattace Raso, Maria Rigano, Giorgia Di Carmine, Inail, Direzione centrale prevenzione
target: Studenti, corpo docente, lavoratori, Rspp

ore 14.00-16.00
FLASH SAFETY – FARE SICUREZZA ATTRAVERSO I SISTEMI INNOVATIVI
intervengono GIUDITTA SIMONCELLI, Inail – Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici (Dit) – Social network tra sicurezza e innovazione: immagine come   documentazione, scrittura, denuncia e partecipazione ● ALESSANDRO LEDDA, Inail – Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici (Dit) – Smart Personal Protective Equipment (SPPE), wearable e sicurezza ● LAURA DE ANGELIS, Inail – Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici (Dit) – Responsabilità e normativa nella gestione delle immagini e della tutela del diritto alla privacy nelle nuove tecnologie di connessione
presentazione 
Nel contesto dei mutamenti culturali che le nuove tecnologie comportano, impattando profondamente la società e il mercato del lavoro, le competenze informatiche sono assimilabili a quelle richieste dall’istruzione di base: per questo, è necessario accompagnare i giovani nell’uso critico e consapevole della tecnologia. Il Workshop coinvolge studenti e docenti in un “Flash-lab”, offrendo una metodologia innovativa di apprendimento attivo delle tematiche di sicurezza sul lavoro basata sull’ uso critico e professionale dei social e dell’immagine, (internet meme), combinando slogan e “citazioni di impatto” a rilanciare nella rete i contenuti di sicurezza presentati.  Il laboratorio presenta, inoltre, ai giovani e ai docenti la funzione degli strumenti di connessione come dispositivi di protezione in ambienti di rischio. Le due attività sono integrate da un’analisi dinamica della normativa di riferimento sia nella gestione di contenuti istituzionali in rete sia nelle problematiche attuali sollevate nell’uso della connessione negli ambiti di sicurezza in materia di privacy. Gli studenti presenti al workshop, con l’ausilio dei ricercatori, avranno l’opportunità “guidata” di creare il proprio ambiente condiviso. facendo rete e generando un Lab dove ritrovarsi successivamente, portando avanti una ricerca per immagini al di là dello stesso Job Orienta.  Una modalità interattiva e partecipativa per l’acquisizione di nuove conoscenze e strumenti di sicurezza e prevenzione che, coniugando la conoscenza con il mondo del fare, invogli i giovani spingendoli a privilegiare una modalità proattiva nei propri comportamenti e alla ricerca, alla “Rete attiva” calandoli nei “modi” e metodologie dell’innovazione attraverso l’approfondimento del suo elemento centrale: la sicurezza dei lavoratori.
a cura di Inail, Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici (DIT)
referenti scientifici Giuditta Simoncelli e Laura De Angelis, Inail, Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici (DIT)
organizzazione Elena Mattace Raso, Maria Rigano, Giorgia Di Carmine, Inail, Direzione centrale prevenzione
target: Studenti, Docenti

 

VENERDÌ 1 DICEMBRE

 ore 9.30-10-45
IN-FORMAZIONE IN SICUREZZA? : TAKE IT EASY, IL FUTURO È NELLE TUE MANI
intervengono GHITA BRACALETTI, Inail – Dipartimento medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale (Dimeila) – Il progetto: ideazione e sviluppo ● TIZIANA DRAGONE, Inail – Direzione centrale prevenzione – Articolazione del percorso formativo ● VALERIO SCOYNI, Inail – Direttore della Direzione territoriale La Spezia – La sperimentazione nella DR Liguria
presentazione 
Il percorso informativo, integrando la diffusione delle conoscenze, la comunicazione ed il coinvolgimento emotivo, mira a sensibilizzare gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado sulle tematiche della salute e sicurezza negli ambienti di vita e di lavoro in relazione con i principali rischi affrontati nel d.lgs. 81/2008. Scopo del progetto è rendere consapevoli i ragazzi dei rischi che possono incontrare nel corso della propria vita e delle conseguenze che le condotte pericolose possono avere per sé e per gli altri.
Il percorso , oltre a presentare specifiche caratteristiche di autoconsistenza e replicabilità, assume carattere di originalità in quanto, esplicandosi nel corso di un quinquennio, permette di seguire lo studente durante l’iter scolastico, garantendo così la possibilità di effettuare un costante monitoraggio ed una puntuale valutazione dell’efficacia e dell’efficienza dello stesso.
È di fondamentale importanza l’utilizzo dei metodi del learning by doing: Gli studenti diventano infatti parte attiva del processo di apprendimento attraverso un’alternanza del ruolo di docente/discente passando loro stessi da discenti a docenti nell’erogazione dei moduli didattici.
a cura di Inail, Direzione centrale prevenzione in collaborazione con Inail, Dipartimento medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale e con Inail, Consulenza tecnica e accertamento rischi e prevenzione
referente scientifico Ghita Bracaletti, Inail, Dipartimento medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale
organizzazione Elena Mattace Raso, Maria Rigano, Giorgia Di Carmine, Inail, Direzione centrale prevenzione
target: Insegnanti della scuola secondaria di secondo grado, studenti delle scuole secondarie superiori, famiglie

ore 11.00-12.15
SICURAMENTE A SCUOLA
intervengono DANIELA PETRUCCI, Inail – Direttore regionale Veneto – Il ruolo dell’Inail nella diffusione della cultura della salute e sicurezza ● PATRIZIA LASTRUCCI, Inail – Sede Venezia terraferma – Inizia a scuola la formazione su salute e sicurezza sul lavoro. L’esperienza nella scuola secondaria di primo grado ● ROBERTA GASPARINI, Presidente SiscuVe – Rete tra istituti scolastici della provincia di Venezia – Modello di buone pratiche sulla sicurezza a scuola
presentazione
“Sicuramente a scuola, l’in-formazione per prevenire” è un progetto facilmente esportabile, economico ed efficace; è stato, pertanto, valutato ai fini della sua valorizzazione sul territorio nazionale.Il progetto, realizzato dalla Sede di Venezia Terraferma con la collaborazione di Rete SiScuVe (Sicurezza scuole Venezia) e l’AIAS ( Associazione italiana per gli addetti alla sicurezza) è rivolto ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado e, configurandosi come una simulazione del sistema di sicurezza presente in ambiente di lavoro, è finalizzato a creare un diverso approccio comportamentale degli studenti in termini di autotutela, essendo proprio la scuola il luogo dove ha inizio il processo educativo attraverso il quale trasferire conoscenze e competenze.  L’iniziativa, avviata nel corso del biennio scolastico 2014/2016, ha visto l’adesione di 14  Istituti Comprensivi con il coinvolgimento, rispettivamente, nell’anno scolastico 2014/2015 di 133 classi e circa 3600 alunni,  nel 2015/2016 di 121 classi e circa 3200 alunni; inoltre, si inserisce in un contesto propedeutico alla formazione generale e specifica, di cui saranno destinatari gli studenti che avvieranno un percorso di studi tecnici, tenuto conto anche delle esperienze di alternanza scuola lavoro previste. Peculiarità del progetto sono la durata e la flessibilità. Le attività, infatti, si possono svolgere durante l’intero anno scolastico e gli insegnanti possono proporle e integrarle collegandole ad altre attività didattiche presenti nel POF.  Oltre la sicurezza “a scuola” e “in itinere” vengono proposti temi educativi per sviluppare il senso civico, il rispetto del bene comune, il diritto alla salute, l’integrazione. Il progetto non si esaurisce nel corso di un solo anno scolastico, in quanto i materiali didattici possono essere ripresi per l’intera durata del ciclo di istruzione.
a cura di Inail, Direzione regionale Veneto – Sede Venezia terraferma
referente scientifico Patrizia Lastrucci, Inail, Sede Venezia terraferma
organizzazione Elena Mattace Raso, Maria Rigano, Giorgia Di Carmine, Inail, Direzione centrale prevenzione
target: Alunni scuola secondaria di primo grado, insegnanti, dirigenti scolastici

ore 12.30-13.30
A CACCIA DI MOSTRISCHIO!
intervengono GIOVANNA PIGNATARO, Inail – Direzione regionale  Emilia Romagna – L’Inail e la promozione della cultura della sicurezza nelle scuole ●SANDRA BERSELLI, Inail – Sede Reggio Emilia – Storia e caratteristiche del progetto “A caccia di Mostrischio” e ruolo dell’Inail nella sua realizzazione ● ROBERTO GENTILINI, ideatore del progetto “A caccia di mostrischio” – Indicazioni didattiche per la realizzazione del progetto “A caccia di Mostrischio”
presentazione
 Rivolto ai bambini delle Scuole primarie e alle loro famiglie il progetto è finalizzato alla conoscenza dei comportamenti corretti da tenere per ridurre i pericoli presenti nei diversi ambienti in cui vivono, la casa, la scuola, la strada e – attraverso i genitori – il lavoro. “A caccia di Mostrischio” si svolge attraverso 4 incontri interattivi coi bambini gestiti da un genitore e dagli insegnanti: l’approccio è ludico, con giochi di ruolo, cartelloni da colorare, video a tema, mentre il concetto astratto di “rischio” è presentato ai bambini attraverso la mascotte “Mostrischio” e le vicissitudini della famiglia Pericoloni, insidiata dal piccolo mostro. Il materiale didattico è composto da un Manuale del formatore contenente le linee guida esplicative del percorso ludico-didattico e altri supporti didattici in formato digitale. Facilmente esportabile, economico ed efficace, il progetto è stato scelto per essere valorizzato sul territorio nazionale. A caccia di Mostrischio! è stato realizzato a tutt’oggi complessivamente in 854 classi coinvolgendo oltre 18mila bambini, ed è diventato un appuntamento fisso nella programmazione didattica annuale.
a cura di Inail, Direzione regionale Emilia-Romagna – Sede Reggio Emilia
referente scientifico Sandra Berselli, Inail,  Sede Reggio Emilia
organizzazione Elena Mattace Raso, Maria Rigano, Giorgia Di Carmine, Inail, Direzione centrale prevenzione
target: Dirigenti scolastici e insegnanti della Scuola primaria

ore 14.00-15.30
IL RISCHIO TRA I BANCHI DI SCUOLA: COME SI INFORTUNANO GLI STUDENTI E GLI INSEGNANTI
intervengono RAFFAELLO MARCELLONI, Inail – Consulenza statistico attuariale(Csa) – Il rischio tra i banchi di scuola: come si infortunano gli studenti e gli insegnanti ● CLAUDIA TESEI, Inail – Consulenza statistico attuariale(Csa) – Il ruolo dell’Inail nell’alternanza scuola lavoro
presentazione
Lo studio mira all’analisi delle principali modalità di accadimento degli infortuni avvenuti in ambito scolastico con riferimento sia alle scuole pubbliche statali sia a quelle private evidenziando, inoltre, la numerosità degli esposti al rischio.
Saranno presentati i dati relativi al fenomeno in esame distinguendoli per territorio, età, sesso e le altre principali caratteristiche, ponendo in risalto le aree che risultano essere maggiormente colpite dal fenomeno infortunistico.
Si farà riferimento anche alla circolare n. 44 (21/11/16) dove l’Inail ha definito l’obbligo assicurativo recependo tempestivamente la legge sull’alternanza scuola-lavoro, offrendo spunti di riflessione a partire dalle analisi dei dati riferiti al fenomeno.
a cura di Inail, Consulenza statistico attuariale
referente scientifico Alessandro Salviati, Consulenza statistico attuariale
organizzazione Elena Mattace Raso, Maria Rigano, Giorgia Di Carmine, Inail, Direzione centrale prevenzione
target: Studenti, Insegnanti, Dirigenti scolastici, Responsabili della sicurezza

insegnanti-operatoriore 14.00-18.00 Sala Respighi
SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO NELLE SCUOLE
intervengono DANIELA PETRUCCI, Inail, direttore regionale Veneto ● DANIELA BELTRAME, direttore generale Ufficio Scolastico per il Veneto ● LAURA COLACURTO, Inail, Direzione centrale prevenzione ● CARLO VITO MAGLI, Inail, Direzione centrale risorse umane ● GIANNUNZIO SINARDI, Inail, Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione ● ADRIANO MAGGI, Inail, Consulenza tecnica per l’edilizia ● BRUNO PAPALEO, Inail, Dipartimento medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale
a cura di Inail, Direzione centrale prevenzione
referente scientifico Fabrizio Salvatori
organizzazione Elena Mattace Raso, Maria Rigano, Giorgia Di Carmine, Inail, Direzione centrale prevenzione
target: Dirigenti scolastici

 

SABATO 2 DICEMBRE

ore 9.30-10.50
IMPARARE LA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO A SCUOLA
intervengono MARTA PETYX, Inail – Dipartimento medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale (Dimeila) – La promozione della salute e sicurezza nei percorsi scolastici. L’esperienza dell’Inail Ricerca ● MARTA PETYX, Inail – Dipartimento medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale (Dimeila) – Ergonomia a scuola – A scuola di ergonomia: Programma educativo sull’ergonomia scolastica rivolto ai bambini della scuola primaria. La sperimentazione in tre regioni italiane ● BRUNO PAPALEO, Inail – Dipartimento medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale (Dimeila) – Il primo soccorso a scuola: imparare da piccoli ● GRAZIA FORTUNA, Inail – Dipartimento medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale (Dimeila) – Strumenti di promozione e diffusione della salute e sicurezza per le scuole primarie
presentazione Il workshop presenta sinteticamente alcune iniziative e progetti di ricerca INAIL per la promozione della cultura della salute e sicurezza sul lavoro nelle scuole primarie. Già il Decreto Legislativo 81 del 2008 in materia di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro auspicava l’inserimento nelle attività scolastiche di percorsi formativi interdisciplinari alle diverse materie ai fini della promozione e divulgazione della cultura della salute e sicurezza sul lavoro. Successivamente la Legge 107 del 2015 potenziando l’offerta formativa con l’alternanza scuola lavoro ha confermato l’esigenza di una formazione in tema di salute e sicurezza sul lavoro in tutti gli indirizzi di studio della scuola secondaria di secondo grado. Pur tuttavia la frequenza di infortuni che ancora oggi coinvolgono i lavoratori giovani o al primo impiego richiedono una riflessione approfondita sulla necessità di promuovere la cultura della salute e sicurezza sin dalla scuola primaria sensibilizzando i bambini alla conoscenza e percezione dei rischi negli ambienti che li circondano.
Il workshop presenterà alcuni progetti che l’INAIL Ricerca ha sperimentato nelle scuole primarie con l’obiettivo di promuovere, divulgare e mettere in rete progetti, esperienze e buone pratiche in tema di promozione della cultura della salute e sicurezza sul lavoro.
a cura di Inail, Dipartimento medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale (Dimelia)
referenti scientifici Marta Petyx e Benedetta Persichino, Inail, Dipartimento medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale (Dimeila)
organizzazione Elena Mattace Raso, Maria Rigano, Giorgia Di Carmine, Inail, Direzione centrale prevenzione
target: Dirigenti scolastici e docenti scuole primarie, famiglie

ore 11.00-12.00
“STUDIARE IL LAVORO” CORSO ELEARNING PER LAVORATORI – PARTE SPECIFICA – DESTINATO AGLI STUDENTI INSERITI IN PERCORSI DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO
intervengono ALESSIA WILLIAMS, Inail – Direzione centrale prevenzione – “Studiare il lavoro”; cenni alla normativa di riferimento con particolare attenzione alla classificazione dei rischi specifici e descrizione del percorso formativo  ● SERGIO BELLAGAMBA, Inail – Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza (Dit) – Le metodologie innovative utilizzate con particolare riferimento all’impiego di esercitazioni interattive e videofilmati specifici ● ROBERTO GORI, Inail – Direzione regionale Umbria e LUCINA MERCADANTE, Inail, Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione (Contarp) – Laboratorio interattivo: approfondimento delle tematiche trattate ed esempi di utilizzo del percorso formativo
presentazione “Studiare il lavoro” è un intervento di formazione specifica, per i settori della classe di rischio basso, per Lavoratori da erogarsi in modalità Elearning, della durata di 4 ore che l’Inail, in collaborazione con il MIUR, ha pensato e progettato specificatamente per gli studenti inseriti nei percorsi di Alternanza Scuola Lavoro, secondo quanto disposto dalla normativa vigente e dagli Accordi Stato regioni del 21 dicembre 2011 e del 7 luglio 2016.
Il corso si propone di fornire conoscenze sui rischi specifici con particolare riferimento al contesto aziendale e all’attività lavorativa cui lo studente sarà destinato nel suo progetto di alternanza.
Inoltre, a corredo, verranno ripresi alcuni dei concetti principali relativamente alla formazione generale.
a cura di Inail, Direzione centrale prevenzione
referente scientifico Alessia Williams, Inail, Direzione centrale prevenzione
organizzazione Elena Mattace Raso, Maria Rigano, Giorgia Di Carmine, Inail, Direzione centrale prevenzione
target: Dirigenti scolastici, Docenti, studenti ultimo triennio della scuola secondaria di secondo grado

ore 12.10-13.30
DAL PALCOSCENICO ALLA REALTÀ: A SCUOLA DI PREVENZIONE
intervengono GIUSEPPE GIGANTE, Inail – DR Puglia, Vicario del Direttore regionale Puglia ● LORENZO CIPRIANI, Inail – Direzione regionale Puglia – Dal palcoscenico alla realtà… lo studente protagonista ● FRANCESCA ZAMPANO, Regione Puglia – Ass.to alla promozione della salute Dirigente Sezione Promozione del benessere – “Vite spezzate”: una sinergia che funziona ● ANNA CAMMALLERI, Ufficio Scolastico Regionale, Direttore generale – La promozione della salute nella scuola. Un fattore di successo per i Piani dell’Offerta Formativa ● AUGUSTO MASIELLO, I Teatri di Bari, Presidente – L’artista, lo studente, la realtà
In apertura e chiusura dei lavori saranno proiettati una video-guida e uno spot
presentazione Il progetto “Dal palcoscenico alla realtà: a scuola di prevenzione”, nato dalla collaborazione tra la Direzione regionale Inail Puglia, l’Assessorato alla Salute della Regione, l’Ufficio Scolastico Regionale e i Teatri di Bari, utilizza il linguaggio teatrale per promuovere il tema della sicurezza sui luoghi di lavoro tra gli alunni del quarto e quinto anno dei licei e degli istituti tecnici pugliesi. Dopo aver assistito allo spettacolo “Vite spezzate” – un esperimento di drammatizzazione a cura della compagnia teatrale Kismet che racconta 10 storie vere di infortuni mortali sul lavoro – gli studenti incontrano in classe esperti in materia di sicurezza e vengono poi chiamati – attraverso la fase concorsuale – a tradurre i temi affrontati in diverse forme espressive: videoclip, video-guide, immagini, fumetti, racconti.
Nel corso degli anni l’iniziativa si è evoluta attraverso modalità capaci di intercettare i molteplici interessi dell’eterogeneo mondo giovanile, sino a giungere ad un’articolazione delle attività che si sviluppa attraverso la rete ed i social e che favorisce, in tal modo, la sua diffusione e replicabilità.
a cura di Inail, Direzione regionale Puglia
referente scientifico Lorenzo Cipriani, Direzione regionale Puglia
organizzazione Elena Mattace Raso, Maria Rigano, Giorgia Di Carmine, Inail, Direzione centrale prevenzione
target: Dirigenti scolastici, Docenti, studenti ultimo triennio istituti secondari di secondo grado

Al termine di ciascun workshop e del seminario verrà rilasciato un attestato di partecipazione da parte di Inail

 

Coordinatore scientifico appuntamenti:
Fabrizio Salvatori, Inail, Direzione centrale prevenzione

 

Per informazioni contattare Layx via tel. 049/8726599 o e-mail organizzazione@layx.it