CONVEGNO DI APERTURA 2017: “OIL FOR BRAIN, SCUOLA_LAVORO_INNOVAZIONE”

CONVEGNO DI APERTURA 2017: “OIL FOR BRAIN, SCUOLA_LAVORO_INNOVAZIONE”

Nell’ambito dell’inaugurazione della XXVII di JOB&Orienta, dal titolo “Orientarsi all’innovazione per costruire futuro“, Eni tornerà ad animare la platea con l’evento dal titolo “Oil for Brain, scuola_lavoro_innovazione“, un momento di dibattito istituzionale e allo stesso tempo attuale e vicino ai giovani.

Per un’azienda come Eni, che sostiene l’eccellenza nell’innovazione spinta dalla trasformazione digitale, è importante approfondire le ricadute che questi aspetti hanno sul futuro mondo del lavoro e della formazione. Nel trattare questo tema con un approccio fuori da facili slogan, due sono i pilastri che vanno affrontati congiuntamente: l’abbattimento delle disparità di genere soprattutto nelle carriere scientifiche e la continua osmosi tra impresa, scuola e cultura.
L’evento “Oil for Brain, scuola_lavoro_innovazione” affronterà in maniera interattiva e coinvolgente questi temi facendo parlare le esperienze di vita vissuta.

Si prevedono, infatti, insieme a un’introduzione istituzionale, una serie di racconti da parte di role model scelti perché significativi rispetto ai temi trattati, personalità emblematiche rispetto alle sfide che il mondo del lavoro futuro ci pone davanti.
A parlare dell’innovazione al servizio della sicurezza sarà Sara Colombo, ricercatrice presso il MIT sulle wearable technologies. L’implementazione di queste tecnologie richiede una sinergia multidisciplinare in nome della sicurezza sul lavoro, da cui sono nate idee e sono stati realizzati prototipi per lo sviluppo della tecnologia “da indossare” (wearable).
Cecilia Spanu, manager, imprenditrice e consulente ci racconterà, invece, l’importanza di intercettare il cambiamento e trasformarlo in nuovi prodotti e servizi. Manager di una grande multinazionale fino a 38 anni, poi la sua “seconda vita” professionale: si reinventa e si afferma in un mercato del lavoro completamente diverso da quello nel quale aveva precedentemente ottenuto brillanti risultati.

Per raccontarci quanto sia importante e significativo innovare nell’incontro tra mondo della scuola e mondo del lavoro ci saranno le esperienze Eni di alternanza scuola-lavoro e apprendistato di primo livello, che dimostrano come le nuove metodologie possano portare grandi benefici agli studenti in termini di orientamento, interesse verso i processi di apprendimento, sviluppo delle competenze, comprensione della cultura e dei contesti di lavoro.