75mila visitatori e oltre 500 espositori hanno segnato il successo della XXVII edizione di JOB&Orienta

75mila visitatori e oltre 500 espositori hanno segnato il successo della XXVII edizione di JOB&Orienta

Con oltre 75mila visitatori (+3mila rispetto allo scorso anno) si è conclusa la 27a edizione di JOB&Orienta, il salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro che per tre giornate ha messo al centro il tema “Orientarsi all’innovazione per costruire futuro”.

Promosso da VeronaFiere e Regione del Veneto, in collaborazione con Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Salone si è confermato ancora una volta un prezioso momento di approfondimento e informazione, anche grazie al racconto delle migliori esperienze già avviate che mettono in dialogo il mondo della scuola con quello del lavoro: insomma il racconto di una scuola che cambia e sa accogliere le nuove sfide. Centrali, in particolare, i temi dell’alternanza, del sistema di apprendimento duale (che si avvia a concludere la sua sperimentazione e a diventare ordinamentale) e degli Its, con l’obiettivo di valorizzare le modalità formative che rafforzano le competenze dei ragazzi coniugando lezioni in aula a presenza in azienda, per favorire il loro orientamento e la loro migliore occupazione.

Per tre giorni, migliaia di giovani hanno potuto ascoltare le esperienze diverse raccontate dai loro coetanei, scoprire i corsi formativi più vincenti in termini di occupabilità, conoscere quali siano le figure professionali più ricercate e le competenze richieste, imparare a muovere i primi passi verso il lavoro. Oltre ai convegni e ai dibattiti istituzionali, numerosi anche gli appuntamenti dedicati agli operatori della scuola e della formazione (con la novità assoluta, da questa edizione, di un calendario apposito di seminari formativi dedicati ai docenti) come pure le iniziative di orientamento scolastico per i ragazzi e le famiglie, e quelle di supporto e accompagnamento per i giovani in cerca di occupazione, venuti in visita al salone per conoscere i servizi, gli strumenti e le opportunità esistenti.

Oltre 500 le realtà presenti, tra scuole, accademie e università, enti di formazione, istituzioni, imprese, centri per l’impiego e agenzie di servizi per il lavoro, associazioni di categoria,…; più di 350 i relatori intervenuti nei 200 appuntamenti in calendario, tra convegni, dibattiti e workshop.

Tra i grandi ospiti di quest’anno, il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Giuliano Poletti; e ancora i sottosegretari Luigi Bobba (Lavoro) e Gabriele Toccafondi (Istruzione), Giovanni Brugnoli, vicepresidente di Confindustria, Stefano Sacchi, presidente Inapp, Maurizio Del Conte, presidente Anpal. Accanto a loro numerosi altri rappresentanti e testimoni del mondo della politica e delle istituzioni, dell’economia e della cultura.